Trading Profittevole

Trading profittevole: sogno o realtà?

Secondo le statistiche, circa il 90% di chi intraprende questa attività non riesce ad ottenere profitti costanti e anzi, al passare del tempo, il capitale si deteriora. Esattamente il contrario di quanto si vorrebbe, al punto che il sogno, spesso, si trasforma in un incubo…

Le cause di questi deludenti risultati sono molteplici e pesano per ognuno in modo diverso:

Mancanza di conoscenza (errore tecnico)

Come è possibile vincere una guerra se non si conosce il nemico?

Per cominciare ad assicurarsi un vantaggio è indispensabile conoscere il reale funzionamento del mercato, la sua struttura ed i regolamenti interni. 

Conoscere gli strumenti finanziari, per capire quali sono le opportunità, i rischi e quali sono quelli più adatti a noi stessi. Conoscere i grafici, l’unico modo per vedere realmente cosa sta accadendo nel mercato.

Mancanza di un piano di trading corretto (errore strategico)

Come è possibile vincere una guerra se non si possiede un piano d’azione?

Per essere vincenti in Borsa bisogna portare le probabilità a nostro favore, quindi serve un piano di trading corretto e che abbia dimostrato una validità statistica. Con piano di trading si intende un insieme di regole finalizzate a:

  • determinare quali condizioni devono essere verificate affinché sia possibile aprire e chiudere una posizione nel mercato;
  • decidere quanto denaro investire;
  • gestire l’operazione intrapresa.

Indispensabile è inoltre che questo piano sia concorde con le caratteristiche del trader.

Incapacità di rispettare il piano (errore psicologico) 

Come è possibile vincere una guerra se non si rispettano le strategie scelte?

Questo è l’elemento più delicato, in quanto i meccanismi che portano a non rispettare le regole fissate vanno ricercate all’interno dell’individuo. Si può però fare alcune generalizzazioni riguardo la mancanza di disciplina e costanza. I due nemici più grossi sono la paura e l’avidità. Di solito si scatenano dall’insicurezza (paura dell’ignoto) e dalla mancanza di obiettivi. Per questo vogliamo rimarcare l’importanza dei due precedenti punti: con la conoscenza si elimina la paura mentre con un piano di comprovata affidabilità diventa più facile rispettare gli obiettivi e tenere a bada l’avidità. Rientra nell’errore psicologico anche un errato atteggiamento mentale e un errato approccio al trading, lontano dall’idea di business e più vicino a quella di gioco.

Ci possono essere anche altri elementi, ma quelli esposti sono di gran lunga i principali.

Il nostro obiettivo è di aiutare il trader a realizzare profitti costanti dall’attività nei mercati finanziari al fine di ottenere una crescita reale del proprio capitale. Chi riesce in questo può aspirare a fare del trading la sua attività lavorativa principale se non addirittura il proprio lavoro esclusivo. Per raggiungere questo scopo forniamo alcuni strumenti che consentano di eliminare gli errori di fondo in modo da garantirsi un vantaggio competitivo nel mercato. Ricorda che una cosa è sapere fare trading, tutt’altra cosa è sapere come guadagnare facendo trading.

Annunci